Illuminazione delle rotonde

Nelle rotonde si possono avere diverse disposizioni:
- Se l’aiuola ha Ø<3m non è ammessa la posa di pali al centro.
- Se l'aiuola ha Ø>3m, è consentita la posa di pali centrali.

 

Illuminazione degli incroci a Y
Gli incroci a Y comprendono in genere tutti gli svincoli. La disposizione delle sorgenti luminose deve assicurare una buona guida visiva. E’ preferibile utilizzare lampade di tonalità diverse .

Illuminazione degli incroci a X
Per gli incroci a X la soluzione classica comporta la posa di una sorgente luminosa immediatamente oltre l'incrocio, per ogni senso di marcia. Tale soluzione è quasi sempre teorica perché presuppone che tutte le strade siano illuminate bilateralmente.

ESEMPI DI INCROCI

Illuminazione degli incroci a T
Per gli incroci a T su stade già illuminate, è opportuno collocare una sorgente luminosa (A) contrapposta alla linea del traffico confluente sull'incrocio.
Negli incroci a T fra strade non illuminate, ai soli fini di segnalazione, è preferibile la posa di una sola sorgente luminosa nella posizione A1.

Illuminazione delle strisce su strada a doppia circolazione

Illuminazione delle strisce su strada a senso unico

PASSAGGI PEDONALI

Diverse statistiche hanno evidenziato l'estrema importanza dell'illuminazione dei passaggi pedonali al fine di ridurre i casi di incidenti mortali. Nelle tangenziali e nelle strade a senso unico ad alta velocità l'illuminazione con un’unica fonte luminosa è insufficiente anche se questa è a luce gialla. E’ sempre preferibile prevedere almeno tre sorgenti luminose di cui una in stretta corrispondenza delle strisce. Nelle strade a doppio senso di circolazione, a velocità ridotta, si può risolvere l'impianto con quattro o anche due sole sorgenti luminose aggiuntive. In pieno centro urbano, infine, può essere opportuno collocare un centro luminoso in corrispondenza delle strisce. E’ preferibile utilizzare lampade SBP, che attirano l'attenzione dei guidatori.


Disposizione delle sorgenti luminose in una curva ad S

(d=interdistanza tra i pali)



Disposizione delle sorgenti luminose in curva (raggio di curvatura < 80°)(d=interdistanza tra i pali)


CURVE


Nelle curve le sorgenti luminose dovrebbero essere disposte sul lato esterno della carreggiata e avere un’interdistanza abbastanza ridotta. Infatti, sono i centri posti sul bordo esterno della curva che contribuiscono alla luminanza della carreggiata. Questo criterio di massima non va adottato sempre e comunque. Per esempio in presenza di curve più larghe è preferibile posizionare le sorgenti luminose all’interno della carreggiata mentre in strade strette e a S (strade di classe A) si deve necessariamente disporre l'impianto all'esterno, riducendo le interdistanze anche a 2/3 del valore di rettilineo.

Alternate e contrapposte bilaterali

Bilaterale, in cui i centri luminosi sono disposti lungo i lati della carreggiata, sia alternati che contrapposti.

Illuminazione doppia centrale
in cui le sorgenti luminose sono disposte lungo l'asse dello spartitraffico che separa le due carreggiate.

Illuminazione biassiale
quando le sorgenti luminose sono disposte lungo gli assi delle due corsie di traffico.

Illuminazione assiale
tutte le sorgenti luminose sono disposte lungo l'asse della carreggiata.

Termini e condizioni di utilizzo -  Privacy Policy -  Credits