Caratteristiche tecniche controllore punto-punto

  • Alimentazione: 150 - 254Vac 50/60Hz autoalimentato.
  • Contenitore: plastico con Grado di protezione IP20 o IP66.
  • Collegamenti: versione IP66 tramite cavi FROR-Npi 2x2,5mmq L=20cm
  • Versione IP20 con morsetti; posto in serie tra la linea di alimentazione e l'armatura.
  • Consumo interno min. 0,7 VA
  • Temperatura di funzionamento: temperatura ambiente -20°C +65°C.
  • Comunicazione: ASK ad onde convogliate
  • Velocità di comunicazione: 1000 Baud
  • Norme di riferimento: EN50065-1 , EN50178
  • Classe di isolamento: Classe 2
  • Uscita di controllo: 1-10 Vdc; PWM; DALI

 

 

Caratteristiche tecniche modulo di gestione

  • Alimentazione: 230Vac 50/60Hz(circa 21mA a 230V, 44mA Max).
  • Contenitore: Grado di protezione IP20, attacco barra DIN 9 moduli.
  • Orologio Calendario: Errore massimo di +/- 4min/anno nel range 0-70°C.
  • Capacità memoria: circa 20gg per un impianto con numero massimo di punti controllati (990).
  • Temperatura di funzionamento: temperatura ambiente -20°C +55°C.
  • In assenza di alimentazione: nessuna perdita di dati, 3gg di autonomia sul funzionamento dell'orologio.
  • Sezione ingressi: Configurati come 2 In a 24Vdc.

 

Dotazioni:

  • orologio calendario con sincronizzazione automatica da remoto da parte del PC del centro di controllo.
  • registrazione di tutte le misure eseguite dai moduli.
  • campionamenti eseguiti: fino a 3 per ogni notte di cui uno fisso dopo 7min. dall'accensione dell'impianto.
  • porta seriale asincrona RS232 per la configurazione locale dell'impianto.
  • porta seriale asincrona RS485/RS422 per il collegamento con il master di sistema e per il collegamento di altri moduli.
  • 2 led di segnalazione (RX/TX) della comunicazione in atto.
  • led di segnalazione presenza alimentazione.

Sistemi per la telegestione ad onde convogliate

All'interno dell'apparecchio di illuminazione o all'interno del palo, può essere inserito un controllore in grado di monitorare i parametri caratteristici di funzionamento. Il controllore è collegato elettricamente all'apparecchio tramite l'uscita 1-10Vdc o PWM del trasformatore dell'apparecchio stesso.

 

Questo sistema di tele gestione viene definito "punto-punto". Un sistema viene denominato "punto-punto" quando l'insieme di apparecchiature elettriche è destinato al monitoraggio, programmazione ed al comando dei singoli apparecchi di illuminazione a LED.

Questo sistema si basa sulla tecnologia ad onde convogliate che permette la comunicazione bidirezionale di informazioni digitali tra il modulo installato sull'apparecchio ed il modulo di gestione. Il modulo di gestione viene ubicato all'interno del quadro di comando. I dati digitali sono modulati sulla tensione di rete, quindi non sono necessari bus o conduttori aggiuntivi nell'impianto.

 

Con il sistema "punto a punto" è possibile,ad esempio, monitorare e registrare i parametri elettrici dell'apparecchio e, in base a questi, generare eventuali anomalie ed allarmi, spegnere, accendere o regolare l'intensità luminosa dell'apparecchio. Questo viene fatto tramite comandi manuali o pianificati.

 

La comunicazione tra centro di controllo (PC) e il sistema "punto-punto" avviene sempre tramite il quadro attraverso i canali di comunicazione classici (GSM-GPRS-rete LAN ecc.). Quindi i comandi impartiti dal centro di controllo passano dal modulo di gestione,inserito nel quadro, il quale a sua volta,tramite le onde convogliate,li smista ai singoli apparecchi e viceversa.

 

Il modulo di gestione può controllare fino a un massimo di 990 punti luce e può arrivare ad una distanza massima di 1,5Km. Oltre questa distanza è possibile configurare un modulo all'interno dell'apparecchio come ripetitore di segnale.

Sul modulo di gestione sono programmate anche una serie di scenografie per la dimmerazione degli apparecchi. Sta di fatto comunque che ogni controllore inserito nel singolo apparecchio mantiene, all'interno della propria memoria, alcune informazioni riguardanti il ciclo da utilizzare per l'apparecchio.

 

Il ciclo di ogni singolo apparecchio viene applicato ogni giorno, ad orari prefissati fino a 5 step in cui è possibile definire: orario di applicazione, azione da eseguire. Il modulo "puntopunto", quindi, è autonomo nella gestione del ciclo del proprio apparecchio anche se dovesse mancare la comunicazione con il modulo di gestione.