Termini di base nell'industria dell'orticoltura

Regione PAR
La radiazione attiva fotosintetica è la larghezza di banda da 400 a 700 nm, che è la luce utilizzata principalmente dalle piante
Diverse piante richiedono diverse combinazioni di lunghezze d'onda all'interno della regione PAR.

 

PPF (Photosynthetic Photon Flux) - Flusso dei fotoni fotosintetici per secondo

  • Misurata in μmol / s
  • Numero totale di fotoni emessi al secondo nella regione PAR.
  • Ma quanti raggiungeranno la pianta e a quale distanza?

 

PPFD (Photosynthetic Photon Flux Density) - Densità del flusso di fotoni fotosintetici per m2 per secondo

  • Misurata in μmol / m2
  • Rappresenta il numero di fotoni che raggiungono l'impianto all'interno della regione PAR in una determinata area.
  • Si diminuisce in modo esponenziale in quanto aumenta la distanza tra la sorgente luminosa e la superficie dell'impianto.

 

DLI (Daily Lighting Integral) - Luce integrale giornaliera

  • Le piante necessitano di una quantità minima di luce al giorno per soddisfare le loro necessità biologiche fondamentali, varia a seconda della specie
  • Per la fioritura e la fruttificazione, elevati livelli di luce possono mostrare significativi aumenti sia di qualità che di quantità.
  • DLI = PPFD (μmol / m2) x 3,600 (s / h) x fotoperiodo (ore / giorno).

 

Plant Lighting Efficacy - Efficienza Elettrica

  • misurata in μmol / J
  • Si riferisce a quanto efficiente è un sistema di illuminazione per orticoltura a convertire energia elettrica in fotoni di PAR

 

Termini base: PAR vs Human Eyes

Per l’orticoltura sono stati sviluppati LED appositamente studiati in base ai meccanismi che contraddistinguono la fotosintesi e la foto-morfogenesi delle piante (processi chimici attraverso cui le piante utilizzano la luce per svilupparsi ed evolversi).
I LED per l’orticoltura sono quindi valutati con parametri diversi da quelli che considerano lo spettro visivo dell’occhio umano. La principale unità di misura utilizzata per la misurazione della radiazione fotosintetica attiva (PAR) è la densità di flusso fotonico fotosintetico (PPFD), ossia il numero di fotoni che arrivano alle piante per stimolare la fotosintesi.

Tuttavia, una singola misurazione del PPDF non è sufficiente per valuta- re l’intera area di coltivazione, dipendendo da molteplici fattori come la conformazione dell’apparecchio d’illuminazione, l’uso di led di diverse lunghezze d’onda per che favorire la fotosintesi e la foto-morfogenesi e la distanza rispetto alla pianta o al terreno.

LED vs HPS

Nella coltivazione in serra (e specialmente in sistemi chiusi ad assenza di luce naturale) le voci che più incidono sul costo del prodotto finito sono quelle relative al consumo energetico per l’illuminazione e i sistemi di estrazione e sanificazione dell’aria. L’uso dei led permette:

  • minor consume energetic dell’apparecchio d’illuminazione
  • minor consumo energetico dei sistemi di estrazione dovuti al minor calore emesso dai led e al minor livello di umidità dovuto all’evaporazione dell’acqua
  • maggior durata degli apparecchi a led (nelle lampade hPS si può riscontrare un decadimento già dopo 2.000 h di utilizzo, mentre negli apparecchi led di 50.000 h)